La bicicletta al ballottaggio: Romano o Tizzoni?

June 16, 2016

Domenica 19 giugno si decide il prossimo sindaco di Rho: candidati al ballottaggio Pietro Romano, sindaco uscente del centrosinistra, e Marco Tizzoni, consigliere regionale e candidato del centro destra. 

 

Circa un mese fa avevamo mandato a tutti i candidati una nostra lettera con delle richieste per il futuro della bici a Rho. Avevamo ricevuto risposta da Pietro Romano, ma non da Marco Tizzoni, come già segnalato nel nostro articolo precedente. 

 

A pochi giorni dal voto pensiamo sia giusto fare un bilancio sulle proposte dei due candidati confrontando i loro programmi e valutando le risposte (o le mancate risposte) alle nostre domande. 

 

 

Marco Tizzoni

Non avendo ricevuto alcun riscontro alla nostra lettera, possiamo esaminare le sue idee solo facendo riferimento al programma elettorale, che purtroppo contiene pochi punti relativi alla bicicletta. Troviamo un generico richiamo alla sicurezza di pedoni e ciclisti in riferimento all'istituzione di zone 30 e la proposta di aprire un servizio di bike sharing finanziato da privati. Due punti su 33 pagine di programma, che contiene anche un preoccupante riferimento alla revisione degli orari della ZTL per 'ravvivare il centro' con il passaggio delle auto. Davvero poco sulla bici e quel che c'è è poco elaborato nei contenuti. D'altra parte abbiamo visto spesso il candidato in giro per la città con un risciò con la scritta 'PedaleRhò per voi'. Trovata elettorale o interesse tardivo verso la mobilità ciclistica?

Per leggere il programma completo di Tizzoni clicca qui. 

 

  

Pietro Romano 

Il sindaco uscente ha invece risposto alla nostra lettera entrando nel dettaglio di tutte le proposte, indicando soluzioni in corso di realizzazione e studio e analizzando problematiche specifiche. (Leggi qui tutto il testo). 

Il tema della bici è stato trattato nel programma elettorale con riferimenti precisi alla costruzione di piste ciclabili, alle zone 30, ma anche allo sviluppo della cultura della bicicletta con programmi nelle scuole e pubblicazioni specifiche.

Una novità del programma del centro sinistra è l'introduzione di incentivi per il bike to work, cioè la possibilità di predisporre degli incentivi economici o sconti per chi usa la bici ogni giorno per i trasporti casa-lavoro, nonchè il rilancio dell'Ufficio biciclette. 

Nei cinque anni di governo di Pietro Romano sono stati costruiti 12 km di nuove piste,  anche grazie ai fondi di Expo, e sono stati realizzati due parcheggi bici protetti di interscambio nelle stazioni di Rho e Rho Fiera. Altre piste sono in fase di realizzazione (via Pregnana e lungo l'Olona). 

Di certo la sua amministrazione ha dimostrato interesse verso il tema, ma rimangono molte criticità e problemi per i ciclisti in città su tutti i fronti che richiedono un impegno ancora maggiore di quello dimostrato. 

Per leggere il programma completo di Romano clicca qui.

 

Conclusioni

Le differenze tra i due candidati sul tema mobilità sostenibile ci sono e sono evidenti. Speriamo in ogni caso di poter stabilire un dialogo costruttivo con il futuro sindaco di Rho per poter rendere Rho una città meno inquinata, con meno traffico, meno incidenti stradali, ma soprattutto per migliorare la salute e il benessere dei cittadini, dai bambini ai più anziani, che potranno vivere con maggiore serenità le strade della nostra città. 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Featured Posts

13/10 Da Lecco a Rho, lungo l'Adda

October 5, 2019

1/4
Please reload

Recent Posts

October 5, 2019

July 29, 2019

Please reload

Archive
Follow Us
Please reload

Search By Tags