La Bicipolitana di Rho


Venerdì 23 febbraio è stata presentata la nuova edizione del Bilancio Partecipativo del Comune di Rho, che permette ai cittadini e alle associazioni di presentare progetti per la città: i più votati verranno poi realizzati dall'Amministrazione. Noi di FIAB Rho abbiamo pensato di partecipare con un progetto innovativo, colorato e visionario: la Bicipolitana!

Cos'è la Bicipolitana?

“La Bicipolitana è una metropolitana in superficie, dove le rotaie sono i percorsi ciclabili e le carrozze sono le biciclette”: così il comune di Pesaro descrive il suo progetto di rete ciclabile cittadina, partito nel 2010 e realizzato con grande successo. Sull’esperienza di Pesaro stanno nascendo progetti simili in altre città come Firenze, San Donato Milanese, Bologna e altri.

E’ da queste esperienze positive che FIAB Rho vuole proporre la Bicipolitana, un progetto

per unire tratti di piste ciclabili esistenti in una rete unica, sicura, veloce e efficiente, rappresentata graficamente come una rete di trasporto pubblico. Il progetto integra comunicazione e sviluppo di infrastrutture per promuovere la mobilità sostenibile con percorsi sicuri, cartellonistica, l'elaborazione di mappe e la promozione degli itinerari per gli spostamenti quotidiani, con un'attenzione particolare alle scuole e agli studenti. Ecco come potrebbe essere la rete della Bicipolitana a Rho!

Perchè la Bicipolitana?

Traffico e inquinamento rovinano la nostra città, con problemi di stress e salute per tutti: la realizzazione di questo progetto porterebbe a un aumento della mobilità sostenibile, riduzione del traffico e degli incidenti, come già accaduto in altre città, e a un miglioramento della salute e del benessere dei cittadini.

Per raggiungere questo obiettivo si promuove una visione organica della rete ciclabile sia per i cittadini che per l'amministrazione, completando i tracciati esistenti, realizzando la cartellonistica e studiando una progettazione di lungo periodo dello sviluppo ciclistico.

L'impostazione della Bicipolitana permetterà inoltre di partecipare con maggiore forza ai bandi che finanziano lo sviluppo di reti ciclabili, in particolare a quelli che verranno aperti a seguito dell'approvazione della nuova legge sulla mobilità ciclistica. Il progetto verrà quindi realizzato dal Comune in collaborazione con FIAB.

Vorremmo una città che si muove silenziosa e pulita, ma anche colorata, libera e leggera, una città per i bambini e ragazzi, che si possono muovere da soli e in sicurezza: una città del futuro, che promuove il benessere e la qualità della vita di tutti.